Il rosso è il loro primo elemento comune. Rosso ciliegia, intenso, profondo, allegro, pieno di energia. Ma non è solo questo. Il rosso intenso del primo chakra, detto anche chakra radice o centro della base, ha delle precise corrispondenze con alcune parti del corpo. In particolare il coccige e la parte bassa del bacino fra il perineo e l’ano. Un chakra radice bloccato è spesso causa di disturbi fisici quali malattie intestinali, vene varicose, dolori alla prostata o alla vescica, sciatalgie, problemi alle ossa. Un attento e consapevole sviluppo del primo chakra previene e favorisce il processo di guarigione nei casi descritti qui sopra. A livello psicologico un chakra radice ‘in salute’ regala voglia di vivere, energia, personalità, forza e passione. Non per nulla, l’energia kundalini, secondo la dottrina dello yoga risiede proprio in questo chakra.

A questo punto direte: “Ma le ciliegie che c’entrano con i chakra?” Proviamo a spiegarlo. I colori sono vibrazioni ed energia. I colori appropriati e relativi alle parti del corpo entrano in risonanza con i chakra potenziando e rivitalizzando il chakra stesso. Il chakra Muladhara ha come colore simbolo il rosso. Il rosso del mattino e della sera, il rosso della terra e del fuoco. È energia pura, energia di vita. Le sue vibrazioni entrano in sintonia con il colore rosso sotto varie forme. Non a caso la pietra dedicata al primo chakra è il rubino come anche il corallo rosso, il granato, l’ematite. Il cibo può svolgere la stessa funzione. Le ciliegie rosse possono considerarsi frutti preziosi per stimolare il chakra radice e sbloccare tutta la sua energia.

Volendo mettere da parte per un attimo le teorie energetiche per entrare su un piano più tecnico i risultati non cambiano. Da un punto di vista chimico le ciliegie sono ricchissime di antocianine (350-400mg per 100gr). Le antocianine fanno parte della famiglia dei polifenoli e sono fra i più potenti agenti antiossidanti naturali. Combattono lo stress e prevengono l’invecchiamento. Se a questo aggiungiamo la presenza di licopene, carotenoidi e vitamina C ecco che abbiamo il mix perfetto per creare uno scudo protettivo per la prostata e le ovaie, corrispondenti alle parti del corpo del chakra della radice.

Per approfondire il lavoro sui chakra e l’eneriga: Bija Centro yoga e discipline olistiche

Credits: Paloccofrutta

Please follow and like us: